Il Diavolo

DIAVOLO.jpg

Esiste il diavolo? Si, ed io l’ho incontrato.

Così come Dio non ha quelle sembianze di uomo barbuto seduto su una nuvola, il diavolo non è un essere zoomorfo con zoccoli e corna. Piuttosto, appare nella tua vita in veste di tentazione, vi si insinua come una serpe, strisciando lentamente e avvolgendoti tra le sue spire con l’intento di soffocarti ed indebolirti, fino a lasciarti morire perdendoti completamente. Cos’è dunque una tentazione? E’ il suo sussurro, il suo soffio, il suo canto, e ha lo scopo di ammaliarti per rubarti tutto. Te ne accorgi, naturalmente, ma è molto difficile resistervi, ed è necessario possedere un intuito molto sviluppato, un ascolto di sé potente che ti permetta di comprendere che stai prendendo un sentiero da cui non tornerai indietro, attraverso il quale perderai le tue qualità, le tue virtù, per nutrire quell’immondo essere. Il diavolo pretende che tu lo segua, te lo chiede espressamente, ti alletta e si offende se non lo fai. Te la farebbe pagare. Ti fa intendere chiaramente che ciò che ti sta offrendo è ciò che stavi cercando, e che non lo avrai altrimenti. E tu senti perfettamente che il prezzo è molto alto, che i tuoi valori – frutto dei valori di generazioni e generazioni di uomini – valgono di più e non possono essere ceduti così, non puoi rinunciarvi. Il diavolo ti chiede di venderti a lui, di tradire, di offendere l’amico, di rubare a chi ti ha aperto la casa, di sbeffeggiare chi ti ha difeso. Il diavolo ti dice che non c’è nulla di male in questo, lo fa abitualmente, lo fanno tutti e puoi farlo anche tu, è solo un divertimento, un arricchimento. Ma nei tuoi valori ci sei tu, e senti che non è questa la tua strada. Tu sai chi sei, e non sei quello. Così, ribalti la questione e metti tu alla prova questo essere. Gli fai intendere che potresti accettare e lui, subito, si avvinghierà ancor più a te. Poi, gli dici che non puoi farlo perché tu sei altro e lui ha fatto male i suoi calcoli; anche se lui è potente, tu sei più potente di lui perché sei nel giusto, nella luce, mentre lui vive nel buio e nel torbido. Così, lui si allontana ed è lì che hai la prova che si trattava di un essere demoniaco; fugge via rabbioso in cerca di un’altra preda che lo segua e ceda alle sue tentazioni. Hai vinto tu e non temi la sua vendetta.

Una risposta a "Il Diavolo"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.